Incendio discarica Cassano, Di Natale: «Nostro dovere garantire la tutela dell'ambiente»

Il consigliere regionale, già vice presidente della commissione regionale contro la 'ndrangheta, esprime vicinanza al sindaco Papasso: la politica deve lanciare un segnale forte

86
di Vincenzo Alvaro
19 ottobre 2020
15:08

Dopo l'incendio che ieri ha interessato la discarica di contrada Silva a Cassano allo Ionio e che si muove nel solco dei roghi che hanno interessato altri siti della Calabria il consigliere regionale, Graziano Di Natale, già vicepresidente della commissione regionale contro la 'Ndrangheta ha espresso «vicinanza incondizionata» al sindaco Giovanni Papasso. L'origine dolosa del rogo, come quelli di Siderno e Villa San Giovanni, era già stata esplicitata dal sindaco di Cassano allo Ionio nella giornata di ieri, dopo la verifica di Carabinieri e Polizia Municipale sul sito di contrada Silva, trovando alcune lacerazioni lungo il perimetro della recinzione della discarica.

Garantire la tutela dell'ambiente


Nell'augurare buon lavoro agli organi inquirenti, affinché facciano chiarezza sulla vicenda, il segretario questore dell'Assemblea regionale, ha dichiarato che «la comunità di Cassano potrà contare sempre sul mio supporto. Ovviamente, la politica deve lanciare un segnale forte, ai tanti cittadini onesti che, quasi quotidianamente, assistono a simili scempi. È un nostro dovere morale, come massima istituzione regionale, garantire la tutela dell’ambiente, scongiurando, inoltre, ogni tipo di infiltrazione mafiosa nella gestione dei rifiuti».


L'emergenza incendi e la mano della criminalità

Il consigliere regionale eletto nella lista "Io Resto in Calabria" aveva già lanciato un chiaro monito nelle scorse settimane chiedendo la convocazione della commissione regionale contro la 'Ndrangheta al fine di affrontare l'emergenza incendi in Calabria e la possibile manus della criminalità organizzata, «quale regista, neanche tanto occulto». Sulla Vicenda Di Natale, consapevole del momento emotivo che Palazzo Campanella sta vivendo, lancia un'accorato appello: «chiedo ancora una volta di intervenire, in sinergia, con l'Onorevole De Caprio (Presidente della suddetta commissione Anti 'ndrangheta) con l'assessore all'ambiente, magari coinvolgendo quelle energia positive sempre che si spendono sul territorio. Auspico - conclude l'avvocato paolano - che si possa dare un segnale ai tanti calabresi che in questo momento si sentono spaesati, e contano, anche, sul nostro impegno».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio