Inchiesta Fincalabra, assolto Marcello Martino

L'avvocato lametino era accusato di peculato nell'ambito dell'inchiesta che ha fatto luce su una presunta distrazione di fondi comunitari affidati dalla Regione all'ente in house

3
di Luana  Costa
4 ottobre 2018
18:13

È stato assolto dall'accusa di peculato l'ex componente del Consiglio d'amministrazione di Fincalabra, Marcello Martino. L'avvocato lametino, rimasto coinvolto nell'inchiesta sulla presunta distrazione di fondi comunitari stanziati dalla Regione alla società in house per essere destinati al sostegno dell'imprenditoria calabrese, aveva chiesto di essere processato con il rito abbreviato.

 


Questa mattina, il Gup del Tribunale di Catanzaro, Paolo Mariotti, ha dichiarato l'estraneità ai fatti contestati assolvendo Martino dall'accusa di aver autorizzato, in qualità di componente del Consiglio d'amministrazione di Fincalabra, l'investimento destinato all’acquisto di strumenti finanziari nazionali e esteri caratterizzati da altissimo rischio provocando un ammanco nelle casse regionali di 1 milioni 868mila euro.

 

Nell'inchiesta erano finiti, sempre con l'accusa di peculato, anche l'ex presidente di Fincalabra Luca Mannarino, l'ex consigliere di amministrazione Pio Turano ed i dirigenti di Banca Widiba spa Francesco Candelieri e Mario Galassini.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio