Inchiesta Genesi, il giudice Marco Petrini condannato a 4 anni di reclusione

La Procura aveva chiesto una condanna a 6 anni e 3 mesi. La difesa ha dimostrato come il giudice fosse affetto da un disturbo bipolare

190
di Luana  Costa
23 novembre 2020
13:31

È stato condannato a quattro anni e quattro mesi di reclusione l'ex presidente della Corte d'Appello di Catanzaro, Marco Petrini. Questa mattina la sentenza è stata emessa dal Gup del Tribunale di Salerno. Cade l'imputazione di associazione mafiosa.

Tre anni e due mesi di reclusione sono stati inflitti, invece, a Emilio Santoro
, ex dipendente dell'Asp di Cosenza e ritenuto faccendiere di Petrini, un anno e 8 mesi di reclusione sono stati inflitti invece all'avvocato Francesco Saraco.

Tutti avevano chiesti di essere giudicati con il rito abbreviato. Il giudice ha riconosciuto per tutti le circostanze attenuanti. La Procura per Marco Petrini aveva chiesto una condanna a 6 anni e 8 mesi, determinante è stato il deposito da parte dell'avvocato Francesco Calderaro, legale dell'ex presidente di sezione della Corte d'Appello secondo cui Petrini sarebbe affetto da un disturbo bipolare.

Petrini è stato, inoltre, interdetto dai pubblici uffici per tre anni e sei mesi, Emilio Santoro per tre anni e Francesco Saraco per un anno e sei mesi. L'ex presidente di sezione della Corte d'Appello è stato infine condannato al pagamento di 311mila euro in favore del ministero della Giustizia; Emilio Santoro alla somma di 311mila euro e Francesco Saraco a 260mila euro.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio