’Ndrangheta

Inchiesta Kossa, estorsioni e intestazioni fittizie di beni nella Sibaritide: le richieste di condanna

Il presunto contesto mafioso è quello dei Forastefano, clan operante nella zona e un tempo avversario del clan degli zingari di Cassano Ionio

20
di Antonio Alizzi
16 dicembre 2021
13:10
Il Tribunale di Catanzaro
Il Tribunale di Catanzaro

Si è svolta questa mattina la requisitoria del pubblico ministero antimafia, Alessandro Riello, titolare del procedimento penale denominato Kossa, l’inchiesta coordinata dalla Dda di Catanzaro, contro la presunta associazione per delinquere dì stampo mafioso finalizzata alla commissione dì vari reati, quali estorsioni e intestazioni fittizie dì beni.

Il presunto contesto mafioso è quello dei Forastefano, clan operante nella Sibaritide e un tempo avversario del clan degli zingari di Cassano Ionio.
L'elenco completo delle condanne su Cosenzachannel.it


GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top