Inchiesta teatri, rinviata a giudizio Adriana Toman: a processo la compagna di Oliverio

È accusata di turbata libertà della scelta del contraente. Avrebbe beneficiato della sua posizione all'interno della Regione per intervenire sull'affidamento dei fondi regionali

18
di Luana  Costa
14 dicembre 2020
16:33
Adriana Toman
Adriana Toman

È stata rinviata a giudizio Adriana Toman, compagna dell'ex presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, e indagata nell'ambito dell'inchiesta sui teatri istruita dalla Procura di Catanzaro. Questa mattina il gup del Tribunale di Catanzaro, Antonio Battaglia, ha rinviato a giudizio Antonio Sicoli, Marco Silani, Gianclaudio Festa, Dario Borruto, Pasquale Giorgio Piraino e Angelo Rotella. Hanno chiesto, invece, di essere giudicati con rito abbreviato Sonia Tallarico e Giacinto Gaetano, per loro il gup ha dispoto il rinvio al 3 di marzo.

 


LEGGI: Fondi per il teatro, chiesto il processo per la compagna di Oliverio

 

LEGGI: Oliverio e i 42mila euro alla Condò, non ha la laurea ma è amica della Toman

 

LEGGI: Inchiesta sui teatri, l’ordine della Toman a Oliverio: «Tesoro mio ‘sta riunione s’ha di fa’!»

 

LEGGI: Regione, inchiesta sui teatri: amore e potere ai tempi di Oliverio e della Toman

Le accuse

Adriana Toman è accusata di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente in concorso con Sonia Tallarico, dirigente generale del dipartimento "Turismo, Beni culturali, Istruzione e Cultura" e con Antonio Sicoli, critico d'arte e direttore del Maon Museo d'Arte dell'Otto e Novecento di Rende.

 

Insieme con collusioni e mezzi fraudolenti avrebbero turbato il procedimento per l'affidamento dei contributi gravanti sul fondo unico cultura eludendo l'obbligo di affidamento dei contributi mediante avviso pubblico ma affidandoli direttamente per la somma di 20mila euro al centro per l'arte e la cultura Achille Capizzano, di cui Sicoli è direttore artistico. 

 

 

In particolare, Adriana Toman avrebbe sfruttato la posizione goduta in seno alla Regione Calabria per essere la compagna dell'allora presidente della Regione, Mario Oliverio. Inoltre, è accusata in concorso con Marco Silani Gianclaudio Festa, Dario Borruto, Pasquale Giorgio Piraino, Angela Rotella e Giacinto Gaetano di aver turbato la selezione per la realizzazione di iniziative culturali da finanziare per l'annualità 2016.

 

 

In particolare, Gianclaudio Festa quale coordinatore dell'avvocatura regionale, Dario Borruto quale avvocato regionale e Pasquale Giorgio Piraino, Angela Rotella e Giacinto Gaetano in qualità di presidente e componenti della commissione di valutazione su istigazione di Adriana Toman e con il concorso morale di Marco Silani, direttore artistico della compagnia teatrale di Porta Cenere assegnava il contributo a quest'ultima associazione ancorchè l'associazione culturale Officina teatrale fosse inizialmente risultata assegnataria per l'area centro del contributo di 220mila euro. 

 

Il collegio difensivo è composto da Marcello Manna, Michele Gigliotti, Francesco Gambardella, Sergio Rotundo, Ida Mannarino, Massimo Petrone, Carlo Morace e Anna Vatrano.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top