L’intervista

La Capitale vis-à-vis con Paolo Colangeli, il regista e produttore si racconta: ecco la puntata

Nel talk di Paola Bottero ha raccontato i suoi esordi e alcune tra le tappe più interessanti della sua carriera e produzione artistica

1
27 giugno 2022
14:46

Paolo Colangeli, regista e produttore, nel dialogo con Paola Bottero, direttore strategico del gruppo e del network, ha raccontato nel corso dell'ultima puntata della Capitale vis-à-vis alcuni episodi della sua brillante esperienza professionale e del suo operato artistico: «Io sono nato a Roma, i primi anni sono cresciuto ad Ostia e devo dire che sono sempre rimasto un tipo un po’ da spiaggia. Da bambino trovavo una grande consolazione nella pratica del disegno, che nel tempo è diventato qualcosa di più, studiando prima pittura e facendo in seguito l’accademia. Ho preferito dedicarmi all’arte del documentario, rispetto alla fiction, perché ho sempre amato raccontare la vita delle persone e la loro realtà dei fatti».

«Nelle narrazioni - ha detto ancora Colangeli - mi pongo con la mia buona fede da documentarista, come nel progetto “Camorriste”, che integra la produzione di una serie di 10 docu-film per la televisione, in cui ho cercato di integrare sia meri elementi di mercato, sia una specifica attenzione verso l’aspetto femminile della Camorra, in modo da uscire da tanti cliché. Ho parlato anche della trasformazione della Camorra rurale in quella cittadina e mi sono reso conto velocemente di quanto conflitto interiore fosse presente nell’animo di tante donne, che hanno avuto ruoli importanti nei clan di Camorra. Per quest’opera di carattere documentaristico ho intrecciato testimonianze reali con parti interpretate da attrici, che si calano nei panni delle ex camorriste. Negli ultimi anni mi sto avvicinando, in particolar modo, alla Calabria e ho in cantiere alcuni progetti di documentari, che possano mostrare un volto diverso del popolo calabrese, svincolandolo dallo stereotipo denigrante di chi lo ritiene “esportatore di mafia”, perché in certi casi avviene proprio il contrario: in un contesto internazionale ormai pervaso dalle mafie, il calabrese può diventare anche uno sperimentatore antimafia».


Ecco la puntata integrale disonibile su LaC Play

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top