Spettacolo indecoroso

La denuncia di Csa-Cisal: «L’incuria e il disordine regnano nella Cittadella regionale»

VIDEO | Il sindacato in una nota: «La mancanza di attenzione e di cura per un luogo di lavoro è una grossa colpa per l’attuale Amministrazione, che di certo non può fare finta che tutto vada bene»

38
di Redazione
8 maggio 2022
08:35

«Cataste di faldoni, sfilze di cartoni, stampanti, arredi da ufficio, telefoni e monitor fuori uso e sedie rotte sparse. È lo scenario di un ufficio periferico? No, purtroppo è l’indecoroso spettacolo presente all’interno della Cittadella regionale. Come dimostrano le foto e il video allegati, la “casa dei calabresi”, la sede della Regione Calabria, è diventata il tempio del disordine». È quanto si legge in una nota del sindacato Csa-Cisal.

«Ormai i “covi” dell’incuria pullulano in Cittadella. Talmente diffusa che uno di questi esempi di abbandono riguarda una postazione di lavoro all’interno del dipartimento “Programmazione Unitaria” (accanto ai servizi igienici delle donne) con tanto di scrivania, computer, due poltroncine, attaccapanni, cassettiera e addirittura due teli pubblicitari. Quasi fosse una scenografia. O ancora “sale riunioni” adibite ormai a dei veri e propri archivi, senza logica e ordine con documentazione accatastata l’una sull’altra (persino in cima agli armadi)».


«L’apice lo troviamo nei cosiddetti “punti calmi” - denuncia il sindacato Csa-Cisal -, addirittura arredati con poltroncine e sedie consunte che affacciano all’esterno della Cittadella. Ma che siamo a cinema o a teatro? Per non parlare di tutti quei documenti lasciati incustoditi. E se fossero rilevanti, nel senso se contenessero dati riservati o sensibili ai fini della privacy?»

«Per non farsi mancare nulla ci sono poi un paio di lettori di badge che sono non funzionanti da non si sa nemmeno da quanto tempo (vedi foto) collocati nella “zona centrale - lato Levante” della Cittadella – prosegue la nota -. Una scritta affissa sul muro che testimonia tutto il disinteresse verso i dipendenti che infatti sono costretti a non utilizzare (per ingresso e uscita) questi lettori elettronici subendo la beffa di cercarne altri funzionanti molto più distanti rispetto alle proprie postazioni di lavoro».

«Quanto visibile nel filmato è uno spettacolo intollerabile per un’istituzione come la Regione Calabria - sottolinea il sindacato Csa-Cisal -. E ancor di più tutto ciò è indecoroso per i lavoratori che svolgono la propria attività nelle vicinanze di queste “discariche da ufficio”. Una situazione che praticamente non risparmia quasi nessun dipartimento, con i corridoi che sembrano delle giungle. Quello messo peggio è il dipartimento “Istruzione, Formazione e Pari Opportunità”, che richiederebbe un intervento immediato». 

«La mancanza di attenzione e di cura per un luogo di lavoro come la Cittadella regionale è una grossa colpa per l’attuale Amministrazione, che di certo non può fare finta che tutto vada bene. Ma così non è. Queste immagini testimoniano la noncuranza e verso dipendenti e utenza. Ciò non è accettabile. Spesso una segnalazione come questa può fare molto. È nostro dovere sindacale richiamare l’attenzione affinché si intervenga, restituendo alla Cittadella un aspetto quotidiano molto più curato e gradevole non solo ai lavoratori ma anche ai visitatori – conclude la nota -. Chiediamo pertanto un immediato intervento per ripristinare ordine fra i corridoi dei dipartimenti e restituire a tali locali dignità di sede della Regione Calabria».

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top