La solidarietà di “FierainMensa” riscalda le serate cosentine (VIDEO)

Circa 400 pasti quotidiani serviti agli ambulanti durante la tradizionale esposizione di San Giuseppe

di Salvatore Bruno
19 marzo 2018
12:54

Quando le luci colorate della Fiera di San Giuseppe si spengono, si accendono quelle delle cinque mense allestite in città per accogliere gli espositori ed offrire loro un pasto caldo. L’iniziativa Fiera in Mensa, inaugurata nel 2002, si conferma come rilevante momento di socialità ed integrazione. L’esperienza coinvolge le parrocchie, le associazioni ecclesiali e laiche, i movimenti presenti nel territorio. Lo sforzo comune garantisce ogni sera una cena agli ambulanti, ma soprattutto offre l’opportunità di lanciare un messaggio di pace e solidarietà.

L'organizzazione coinvolge parrocchie ed associazioni

Il primo piatto viene preparato nell’area allestita nello spazio dell’associazione Stella Cometa. Il secondo ed il contorno lo cucinano i volontari delle parrocchie. Con il sostegno delle associazioni aderenti vengono acquistati il pane e la frutta. I pasti vengono poi smistati nelle mense allestite nelle parrocchie di Cristo Re, San Nicola, Loreto, nella chiesa di San Domenico e nello spazio occupato dell’ex Hotel Centrale.

A servire i pasti sono soprattutto ragazzi

A sorprendere positivamente è la presenza di tanti giovani. Nel complesso ogni sera sono stati serviti mediamente circa 400 pasti. FieraInMensa rappresenta lo sforzo di una comunità senza pregiudizi, un segnale contro l’intolleranza che attraversa il Paese. Il circuito dell’accoglienza si completa anche con l’ospitalità offerta a casa propria da alcune famiglie di volontari e con una serie di appuntamenti culturali e di confronto.

Tutti i soggetti coinvolti

Il comitato promotore è formato dalle seguenti componenti: AGESCI – Zona Terra dei Bruzi, Azione Cattolica Diocesana, CPOA Rialzo, Associazione culturale multietnica “La Kasbah”, MOCI, Morequal, Officine Babilonia, Stella Cometa, Ufficio Migrantes Diocesano, Associazione culturale “Verde Binario”. I pasti sono preparati con il sostegno di Banco Alimentare Calabria, Caritas Arcidiocesi Cosenza-Bisignano, Centro Servizi Volontariato Cosenza, Comunità cinese, Comunità curda, Comunità filippina, Comunita latinoamericana, Comunità nigeriana, Fondazione Lilli Funaro.

 

 

Salvatore Bruno

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio