Lamezia, attivato il processo dei tamponi anche all'ospedale Giovanni Paolo II

Il nosocomio, dopo avere visto per anni macchinari da milioni di euro chiusi in un reparto soppresso, ha ora iniziato ad analizzare i test per il Covid

225
di Tiziana Bagnato
7 settembre 2020
12:07

Anche il Giovanni Paolo II di Lamezia Terme ha iniziato a processare i tamponi per riscontrare il Covid-19. Mesi fa alcune associazioni di cittadini avevano denunciato l’abbandono all’interno del laboratorio di Microbiologia di macchinari da milioni di euro, capaci di elaborare decine di tamponi.

Da lì era arrivata l’autorizzazione al loro uso da parte della Commissione Prefettizia dell’Asp di Catanzaro e si era proceduto poi al bando per le assunzioni.

Il 30 giugno avrebbe dovuto essere tutto operativo, ma invece così non è stato. Ora il caso dei focolai scoppiati in città ha dato un’accelerazione alla procedura. Decine i tamponi fatti in queste ore e pesante il carico del Pugliese Ciaccio. Da qualche giorno si può contare, quindi, anche sul sostegno del presidio lametino.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio