Lamezia Multiservizi, Il Tribunale dà il via libera al piano di risanamento

L’amministrazione comunale conta in quattro anni di mettere a posto i conti e spiega che il nuovo traguardo porterà all'azzeramento nel bilancio 2019 della società delle perdite pregresse

10
di T. B.
11 marzo 2020
18:00

Un risanamento della Lamezia Multiservizi entro quattro anni. È quanto prevede l’amministrazione comunale di Lamezia Terme esprimendo soddisfazione in merito all’omologa del concordato preventivo in continuità disposto dal Tribunale. Sostanzialmente la società, che gestisce nella città della Piana rifiuti, trasporto urbano, canile e servizi cimiteriali, avrà tempo fino al 2023 per pagare la situazione debitoria maturata al novembre 2018.

 

«Si tratta di un primo importantissimo traguardo al quale seguirà l’attuazione del piano di concordato, nell’arco temporale di un quadriennio, per poter completare il processo di risanamento della società – spiega una nota - Tutto ciò è motivo di grande soddisfazione per l’amministrazione che è impegnata a supportare la sua partecipata affinché possa superare definitivamente lo stato di crisi e soprattutto perché possa proseguire in modo più incisivo nella strada dello sviluppo».

 


«Le sorti della società stanno a cuore a tutti per le ricadute delle sue attività nel tessuto socioeconomico della città di Lamezia e per il raggiungimento degli obiettivi che l’amministrazione si sta imponendo quali prioritari in settori determinanti per elevare il tenore di vita di tutta la comunità – si legge ancora -. Va riconosciuto il giusto merito al management della società, ed in particolare all'amministratore unico Eliseo Bevivino, per la celerità e la determinazione dell'operato, in un contesto decisamente difficile, e per la responsabilità che si è assunto a fronte di un risultato per niente scontato».

 


«Un grande apprezzamento - afferma l’amministrazione - per il ruolo svolto dai professionisti che hanno indirizzato e seguito la società e per l’encomiabile lavoro svolto dal Tribunale Fallimentare di Lamezia Terme che con grande sensibilità ha concorso in modo determinante, con celerità assoluta ed innegabile competenza, per dare alla società l’opportunità di riprendersi e crescere e dare stabilità ai suoi tantissimi dipendenti e alle loro famiglie».

 


«La società nel corso del 2019 non ha gestito solo le azioni per risolvere le problematiche pregresse – spiega il comunicato - ma ha avviato coraggiosamente il piano degli investimenti con fondi propri, regionali, comunali e dei consorzi di filiera per oltre tre milioni di euro, già realizzati, finalizzati soprattutto all’incremento della raccolta differenziata e all’ammodernamento del settore trasporto urbano con l’acquisto di cinque autobus».

 


«Per il prossimo anno scolastico, inoltre, verrà rinnovato integralmente il parco degli scuolabus, un investimento importante in otto moderni mezzi per far viaggiare centinaia di ragazzi in sicurezza e in maniera più confortevole. Non va trascurato che – continua - a giugno del 2019 la società ha assunto altre venti giovani unità con ricaduta importante sotto il profilo occupazionale e che la forza lavoro dovrà essere più consistente nel futuro sempre tenendo sotto controllo l’economicità, il miglioramento dell’efficienza e la qualità dei servizi».

 


«Vi è, infine, da aggiungere che l'omologazione del Concordato comporterà l'azzeramento nel bilancio 2019 Lamezia Multiservizi delle perdite pregresse - conclude l’amministrazione comunale - e ciò avrà effetti positivi sul bilancio del Comune di Lamezia cessando, tra l'altro, l'obbligo di istituire l'accantonamento nel redigendo bilancio previsionale 2020».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio