Gratteri: «La Regione ha ingrassato alcune cosche, a breve altre sorprese»

Il procuratore di Catanzaro ospite del Tg1 sull’inchiesta che vede Oliverio indagato: «Per parte nostra posso dirvi che siamo tranquillissimi delle risultanze investigative»

di Redazione
18 dicembre 2018
10:21
Il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri
Il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri

Il Procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, ospite al Tg1 mattina, all’indomani della bufera giudiziaria che ha travolto il presidente Oliverio ha difeso l’inchiesta e ha descritto il profilo dell’imprenditore al centro dell’indagine. «L’impresa Barbieri è organica alla cosca Muto di Cetraro e lo “status” è certificato dell’appalto per piazza Bilotti a Cosenza, dove è stata accertata la presenza delle cosche come si evince da più intercettazioni». Poi affonda, «con 17 milioni di euro la Regione ha contribuito a “ingrassare” alcune cosche grazie a lavori non eseguiti o eseguiti in minima parte». I giornalisti gli hanno poi chiesto un commento sulla reazione del Presidente della Regione dai microfoni di RaiNews: «Ognuno reagisce come vuole, in base al proprio carattere. Per parte nostra posso dirvi che siamo tranquillissimi delle risultanze investigative e che anzi queste miglioreranno. Ci saranno altre novità, ci saranno sorprese».

 

LEGGI ANCHE:

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio