Ennesima aggressione

Locri, ubriachi in ospedale rifiutano di fare il tampone e feriscono la guardia giurata

VIDEO | Abrasione della cornea e 18 giorni di prognosi. L'uomo era intervenuto per sedare una rissa scoppiata all'interno del Pronto soccorso dove gli aggressori avevano accompagnato un amico in coma etilico

37
di Ilario  Balì
14 marzo 2022
16:47

Nuova aggressione ai danni del personale in servizio all’ospedale di Locri. Il fatto è accaduto nella notte di sabato scorso quando al Pronto Soccorso si è presentato un gruppo di persone, palesemente ubriache, con atteggiamenti violenti, inizialmente a livello verbale nei confronti di una guardia giurata e di un triagista.

In poco tempo però la tensione è salita, la situazione degenerata e dalle parole si è passati ai fatti. Ad avere la peggio è stata proprio la guardia, un ragazzo 30enne intervenuto per sedare il diverbio, il quale ha riportato un’abrasione della cornea e per cui è stata disposta una prognosi di 18 giorni.


Secondo quanto si è appreso la colluttazione è nata dopo il rifiuto dei ragazzi di sottoporsi a tampone prima di entrare nel reparto, dove erano giunti per accompagnare due loro amici, di cui uno in stato di coma etilico. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, mentre nel frattempo gli animi si erano già placati.

Al momento dell’accaduto di turno c’erano un solo medico e tre infermieri. Non è la prima volta che nel nosocomio di contrada Verga si registrano episodi di violenza ai danni di chi lavora. Diverse in passato le denunce della Uil-Fpl, che ha chiesto più volte ai commissari dell’Asp di potenziare le condizioni di sicurezza per evitare il ripetersi di tali fatti incresciosi.

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top