La polemica

Mascaro ribadisce il suo No a Fiorita: «Vuole Catanzaro nel nome dell’aeroporto? Ci dia l’Università»

VIDEO | Il sindaco di Lamezia rilancia con una provocazione. E i lametini si schierano con lui: «Già ci hanno preso tutto, vogliono anche questo?». Ma un ragazzo replica: «Io lo chiamerei Aeroporto della Calabria»

477
di Giampaolo Cristofaro
7 settembre 2022
17:13

«Io penso che sia una polemica fuori luogo, il nome resterà tale e quale». È quanto afferma ai nostri microfoni il sindaco di Lamezia Terme, Paolo Mascaro, a seguito della proposta lanciata lunedì scorso, in Consiglio comunale, dal primo cittadino di Catanzaro, Nicola Fiorita, che nel programma di governo della città ha inserito il cambio di nome dell’Aeroporto internazionale di Lamezia Terme in "Lamezia-Catanzaro".

«I rapporti tra le due città si cementano con una sana e sinergica collaborazione - ha continuato il sindaco di Lamezia -. Aldilà di aspetti nominalistici, l’importante è che si facciano fare passi in avanti alle strutture. Invito il sindaco Fiorita a mettere lo stesso impegno per la realizzazione dell’Aerostazione e a starci vicino su tutte le tematiche che riguardano la Sacal».


L’Aerostazione (cioè l'ampliamento dello scalo), per Mascaro, «è fondamentale perché lo dicono i numeri». «L’aeroporto ha il potenziale per superare i 3 milioni di passeggeri annui (nel 2019, prima della pandemia, sono stati circa 2,8 milioni, quest’anno i numeri sono in linea con il periodo pre Covid ndr.). Venuta meno la possibilità di attuare l’ex progetto, si sta lavorando a un nuovo piano e questo è stato confermato anche dall’amministratore della Sacal».

«È palese che gran parte dei dati formidabili, forniti pochi giorni fa dall’assessore Orsomarso - che sta facendo un ottimo lavoro -, sono dovuti alla capacità dell’aeroporto di Lamezia di far venire nella nostra terra, in maniera molto comoda, tantissimi viaggiatori. Auspico che la Regione, la Provincia, il Comune di Catanzaro - che della Sacal fanno parte - inseriscano tra le priorità assolute il progetto dell’Aerostazione in tempi brevissimi», ha affermato il sindaco di Lamezia.

Alla nostra provocazione, in merito al fatto che i principali aeroporti italiani hanno un doppio nome - vedi Roma-Fiumicino e Milano-Malpensa -, il primo cittadino ha risposto: «Situazioni assolutamente non sovrapponibili, situazioni completamente diverse. La Calabria andrà avanti quando riconoscerà piena e pari dignità a quelle che sono le sue principali componenti. Catanzaro è il capoluogo di regione, Lamezia è il cuore della Calabria! È la forza propulsiva, sia sotto il profilo infrastrutturale che imprenditoriale. Questa è l’area della Calabria più facilmente raggiungibile da tutto il mondo. Quindi lavoriamo per cose costruttive, lasciamo stare questi campanilismi». «Allora perché non dislochiamo parte dell'università se vogliamo creare quest’area forte Catanzaro-Lamezia? Io non faccio queste provocazioni perché credo siano sciocche», ha concluso Mascaro.

Le reazioni dei Lametini

Su corso Numistrano abbiamo intercettato alcune persone che sostengono le tesi del sindaco: «Fiorita farebbe bene a pensare a cose più importanti, l’aeroporto ricade sul territorio di Lamezia ed è giusto che il nome non cambi». Sulla stessa lunghezza d'onda una signora: «Già ci hanno preso tutto, vogliono anche l’aeroporto?». Invece un ragazzo che non risiede nel comune la pensa diversamente: «Io lo chiamerei “Aeroporto della Calabria”, perché dei 3 scali che ci stanno è l'unico veramente efficiente».

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top