Guarito dal coronavirus, stroncato da un ictus: morto il primo paziente di Cetraro

L'uomo era stato dichiarato guarito dal Covid tre giorni fa, ma era stato trasferito nel reparto di Cardiologia dell'ospedale Annunziata di Cosenza per uno scompenso cardiaco. Oggi la morte improvvisa

di Francesca  Lagatta
5 aprile 2020
21:39

«Ha vinto la battaglia contro il coronavirus, ma non ce l'ha fatta contro un destino avverso». Così, poco, fa il sindaco di Cetraro Angelo Aita ha annunciato la morte improvvisa di F.A., 69 anni, primo calabrese ad essere risultato positivo. L'uomo era guarito dal Covid 19 dopo una lungo ricovero nel reparto di Terapia Intensiva all'ospedale di Cosenza, ma era stato trasferito nel reparto di Cardiologia per problemi al cuore. L'uomo in passato aveva subito un trapianto ed era anche finito in dialisi. Nonostante ciò, era riuscito a battere il virus. Nel pomeriggio, però, ha avuto un ictus.

Il dolore del sindaco

«Il signor Avolio - ha detto Aita -, se pur dializzato con un quadro clinico complesso aveva vinto brillantemente la battaglia contro il Covid non accusando mai i sintomi della malattia». L'uomo era, infatti, un paziente asintomatico. 

«Non aveva fatto rientro a casa - continua il primo cittadino - poiché trattenuto nel reparto di cardiologia di Cosenza per uno scompenso cardiaco con l'esigenza di impiantare un pacemaker». Poi conclude: «A nome della cittadinanza tutta, ci stringiamo alla sua famiglia esprimendo sentimento di profondo cordoglio».

Dal Casalpusterlengo a Cetraro nel suo ultimo viaggio

L'uomo, originario di Cetraro, viveva da anni al nord ed era in cura all'ospedale di Casalpusterlengo, tra i primi Comuni in Italia ad essere considerato zona rossa. Insieme alla moglie aveva deciso di fare ritorno a Cetraro in pullman, alla fine di febbraio, per un breve periodo di vacanza, ignaro di essere stato contagiato dal Covid. Una volta a casa, l'uomo si era recato all'ospedale Giannino Iannelli per sottoporsi alla dialisi e i medici del presidio avevano preteso e ottenuto che si sottoponesse al test del tampone, risultato poi positivo. In un primo momento l'uomo aveva trascorso la quarantena nella sua abitazione insieme alla moglie, anche lei poi contagiata, ma successivamente si era reso necessario il ricovero all'Annunziata di Cosenza. Tre giorni fa, l'uomo era stato dichiarato guarito dal coronavirus.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio