Omicidio Cerminara, chiesti tre ergastoli

'Sono loro i colpevoli dell’uccisione di Angelo Cerminara'.

di Gabriella Passariello
1 aprile 2015
16:28

Non ha dubbi il sostituto procuratore generale Eugenio Facciolla che stamattina davanti alla Corte di assise appello di Catanzaro, al termine della requisitoria, ha chiesto che il verdetto di assoluzione sentenziato nel maggio 2011 dalla Corte di assise di Cosenza nei confronti di Domenico Cicero, presunto boss dell’omonima cosca, Liberato Candreva e Riccardo Greco, quest’ultimo suicidatosi nel carcere di Rebibbia nel 2009, venga ribaldato con tre condanne all’ergastolo.

Secondo l’accusa l’omicidio di Angelo Cerminara, un caso di lupara bianca,  ucciso il 4 ottobre del 2006, e contestato nell’ambito dell’operazione denominata “Anaconda”, diretta nel giugno del 2008 contro la 'ndrangheta del cosentino, sarebbe stato pianificato su ordine di Domenico Cicero, per non aver spartito con la cosca i proventi di una truffa e per il timore di un possibile pentimento. Ma nel corso del processo di primo grado i difensori hanno smontato punto per punto l’ipotesi accusatoria. Da qui l’assoluzione. Il processo è stato rinviato al 28 maggio, giorno delle arringhe difensive degli avvocati Giovanni Cadavero, Francesco Chiachia ed Ernesto D’Ippolito e della sentenza dei giudici della Corte di assise appello.


Gabriella Passariello


COMMENTI
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top