Ucciso e gettato nel Mesima

Omicidio Francesco Vangeli, Antonio Prostamo condannato a trent’anni dalla Corte d’assise

VIDEO | Il giovane è accusato in concorso dell'uccisione e della soppressione del cadavere del 26enne di Filandari il cui corpo non è mai stato ritrovato. Nel processo in abbreviato stessa pena per Giuseppe Prostamo (ASCOLTA L'AUDIO)

169
di Redazione
21 giugno 2022
20:45

Trent'anni. È questa la pena in primo grado per Antonio Prostamo, il 32enne di San Giovanni di Mileto, nel Vibonese, accusato dell'omicidio di Francesco Vangeli. La sentenza è stata emessa questa sera, 21 giugno 2022, dalla Corte d'assise di Catanzaro, dove si è celebrato il processo. 

Nel parallelo processo celebrato con rito abbreviato, il 23 dicembre dello scorso anno il gup distrettuale ha infatti già condannato a 30 anni di reclusione Giuseppe Prostamo, di 34 anni, fratello di Antonio.


Per i fratelli Prostamol’accusa è quella di omicidio e soppressione di cadavere ai danni di Francesco Vangeli,  il giovane di Filandari vittima di lupara bianca e il cui corpo non è stato mai ritrovato, aggravata dal metodo e dalle finalità mafiose e dall’ulteriore aggravante di aver commesso il fatto per motivi abietti “connessi per un verso all’avere Vangeli riallacciato la relazione sentimentale con Alessia Pesce, per altro verso al mancato pagamento di un debito di droga dello stesso Vangeli – sostiene la Dda di Catanzaro – nei confronti di Giuseppe Prostamo”. 

Vangeli sarebbe stato ucciso nell'ottobre 2018, secondo quanto emerso dalle indagini, dai due fratelli Prostamo che avrebbero agito in concorso con altre due persone ancora in fase di identificazione. Il giovane di 26 anni sarebbe stato attirato con un pretesto nella casa dei due a San Giovanni di Mileto dove sarebbe stato ferito dal colpo di fucile, rinchiuso in un sacco nero di plastica e trasportato a bordo della sua auto vicino al fiume Mesima dove, moribondo, sarebbe stato gettato.

Successivamente i presunti assassini avrebbero bruciato la vettura la cui carcassa venne ritrovata nei pressi dello svincolo autostradale di Mileto. Uno dei moventi del delitto sarebbe stata la ragazza, Alessia Pesce, contesa tra la vittima e Antonio Prostamo.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top