Omicidio Lettieri, ritrovato il tubo utilizzato per uccidere Antonella

L’arma rinvenuta in una pineta situata nelle campagne di Cirò Marina. L’oggetto sarà ora inviato ai Ris di Messina che provvederanno ad analizzare le eventuali tracce ematiche e organiche

di M. S.
27 aprile 2017
17:49

All’interno di una pineta situata nelle campagne intorno a Cirò Marina i Carabinieri del comando provinciale di Crotone e da quelli della compagnia di Cirò Marina avrebbero ritrovato il tubo d’acciaio di 50 cm che Salvatore Fuscaldo avrebbe indicato come una delle armi utilizzate per uccidere Antonella Lettieri, la commessa di Cirò Marina massacrata nella sua abitazione di Via Cilea dove viveva da sola.

 


L’oggetto sembrerebbe coincidere con le ferite inferte sul corpo della donna e verrà ora inviato ai Ris di Messina che provvederanno ad analizzarlo per individuare eventuali tracce ematiche e organiche compatibili.

 

L’arma ritrovata nel luogo indagato dallo stesso Fuscaldo che venerdì dal carcere di Castrovillari dove è detenuto da oltre un mese ha confessato l’efferato delitto. Inquirenti ancora alla ricerca della seconda arma utilizzata, un coltello a serramanico, che Fuscaldo avrebbe prelevato dalla stessa abitazione della vittima.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top