Omicidio Ruffolo, disposta la scarcerazione del presunto mandante

Roberto Porcaro torna in libertà per decisione del tribunale del Riesame

14
di Salvatore Bruno
31 maggio 2019
15:38

Il tribunale della libertà ha disposto la scarcerazione di Roberto Porcaro, arrestato lo scorso 17 maggio con l'accusa di essere il mandante dell'omicidio di Giuseppe Ruffolo, ucciso a Cosenza nel settembre del 2011. Porcaro era stato arrestato insieme a Massimiliano D'Elia, quest'ultimo ritenuto l'esecutore materiale del delitto, su richiesta dei magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro Nicola Gratteri e Camillo Falvo. Ad indirizzare le indagini, secondo quanto riferito dagli inquirenti, erano state anche le dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia. Difeso dagli avvocati Luca Acciardi e Sergio Rotundo, Porcaro, che si è sempre proclamato innocente, ha ottenuto dai giudici del riesame l'annullamento della misura cautelare. Nella prossima settimana il tribunale si esprimerà anche sulla posizione di D'Elia, ancora detenuto in carcere. 

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio