Omicidio Torcasio a Lamezia, torna in libertà il presunto esecutore materiale

Il Tribunale del Riesame si è pronunciato sull'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Catanzaro annullandola per mancanza di gravi indizi di colpevolezza

di Luana  Costa
14 dicembre 2020
14:10
Il Tribunale di Catanzaro
Il Tribunale di Catanzaro

Torna in libertà Pietro Iannazzo, 45 anni di Lamezia Terme, accusato di essere l'esecutore materiale dell'omicidio di Giovanni Torcasio e di Cristian Matarasso consumatosi a Lamezia Terme il 29 settembre del 2000. Lo scorso ottobre la squadra mobile di Catanzaro coordinata dalla direzione distrettuale antimafia, aveva dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Antonio Davoli, Pietro Iannazzo, Vincenzino Iannazzo e Domenico Cannizzaro, tutti ritenuti a vario titolo gravemente indiziati del concorso nel duplice omicidio.

 


Questa mattina su istanza degli avvocati Francesco Gambardella e Renzo Andricciola, il Tribunale del Riesame si è pronunciato sull'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Catanzaro annullandola per mancanza di gravi indizi di colpevolezza. Ritorna così in libertà Pietro Iannazzo. 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top