Operazione Dioniso, violano i domiciliari e tornano in carcere

Le tre persone residenti nel lametino erano state coinvolte nell’inchiesta contro il narcotraffico del gennaio 2017

2
di Redazione
23 maggio 2018
10:38

Tornano in carcere tre persone coinvolte nell'operazione contro un'organizzazione criminale dedita al narcotraffico. Si tratta di Aurelio Scalise, 49 anni; Antonio Salatino, 52; Pasquale Salatino, 30, tutti residenti nel Lametino. Nei loro confronti è stata emessa una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere dopo le reiterate violazioni delle prescrizioni della misura degli arrestati domiciliari, prevalentemente connesse alla frequentazione con altri soggetti pregiudicati.


Le indagini sono state condotte dal Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri di Lamezia Terme, grazie anche ad attività tecniche e numerosi servizi di osservazione e pedinamento, nell'ambito dell'inchiesta denominata “Zona franca”. I tre erano sottoposti agli arresti domiciliari dopo essere stati coinvolti nell'operazione “Dioniso” che, il 31 gennaio del 2017, aveva permesso di arrestare quarantotto persone ritenute legate all'organizzazione criminale. Sono stati associati al carcere di Catanzaro.


guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio