Operazione “Predator”, Spagnuolo: «I furti un danno a tutta la comunità» (INTERVISTA)

L’operazione scattata stamani a Cosenza ha portato all’arresto di sette persone dedite ai furti nelle scuole, negli esercizi commerciali ed altri uffici pubblici e privati

di Redazione
5 gennaio 2017
14:20
La conferenza stampa dell’operazione
La conferenza stampa dell’operazione "Predator"

«Rubare un computer non è cosa da nulla, perché significa rallentare l'attività scolastica o amministrativa, con evidenti problemi per la comunità». È quanto dichiarato il procuratore capo di Cosenza Mario Spagnuolo, nell'illustrare ai giornalisti i particolari dell'operazione "Predator", che ha portato all'arresto di sette persone pluripregiudicate, sei in carcere e uno ai domiciliari, dedite ai furti nelle scuole, negli esercizi commerciali ed altri uffici pubblici e privati.

 


FOTO | “Incastrati” dalle immagini di videosorveglianza: sgominata banda di ladri a Cosenza

 

Nel corso dell'operazione congiunta di polizia di Stato e carabinieri sono state fatte delle perquisizioni nel centro storico e sono state trovate cesoie, due pistole scacciacani e un coltello.

 

NOMI | Furti a Cosenza: le persone arrestate nell’ambito dell’inchiesta coordinata dalla Procura

 

«I sette componenti della banda agivano in concorso tra di loro - ha aggiunto il procuratore aggiunto Marisa Manzini - a seconda delle circostanze, ma senza ruoli specifici».

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top