Locri, pronto soccorso in emergenza: nella notte un solo medico per 15 pazienti

Code, disagi e lunghe attese per gli utenti. Nonostante promesse e annunci, nel reparto rimasto senza dirigente il caos continua

249
di Ilario  Balì
5 luglio 2021
07:00

Per adesso annunci e promesse non hanno sortito l’effetto sperato. Perché quella appena trascorsa è stata l’ennesima notte di emergenza al pronto soccorso dell’ospedale di Locri, dove di guardia c’era un solo medico per 15 pazienti, costretti a lunghe attese, in alcuni casi anche lunghissime, per essere assistiti. Una situazione che si ripete spesso e ormai diventata infernale per il reparto del nosocomio di contrada Verga, da qualche giorno orfano della dirigente dimissionaria Palma Romeo.

Un ospedale, quello locrese, che tutti vogliono efficiente, ma soltanto a parole. A nulla infatti al momento sono servite le rassicurazioni dei vertici dell’Asp di Reggio Calabria circa il potenziamento dell’organico e la riorganizzazione del pronto soccorso per superare le note criticità.


Nei giorni scorsi non sono mancati episodi di violenza ai danni del personale sanitario in servizio a Locri. Momenti di nervosismo talvolta sfociati in vere e proprie aggressioni fisiche nei confronti di medici e infermieri, costretti a lavorare in condizioni al limite del proibitivo.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top