Catanzaro, ecco cosa resta dopo la Pasquetta nella baita del parco

Piatti, bicchieri e tovaglioli ovunque. Per il presidente Michele Traversa «Pensare che tanto poi c’è qualcuno che pulisce al posto nostro non trova spazio in chi gode di una mentalità progredita»

di R. G.
23 aprile 2019
16:58

«La baita presente nel Parco della Biodiversità, nella giornata di Pasquetta, è stata oggetto di atti vandalici che mi hanno molto rattristato perché vanno a inficiare l’instancabile lavoro messo in atto per far risplendere uno dei fiori all’occhiello più belli della nostra città». Sono le parole del presidente onorario del Parco Michele Traversa che evidenzia lo stato di incuria in cui è stato lasciato il polmone verde a seguito del tradizionale pranzo di Pasquetta.

 

«Non è ammissibile – prosegue – che si pranzi in compagnia e divertendosi, salvo poi lasciare riversi per terra piatti, bicchieri, tovaglioli e quant’altro. Si tratta di un atteggiamento che non si sposa assolutamente con un senso civico che dovrebbe essere proprio di ognuno di noi, di ogni cittadino che ama la propria città, di ogni persona che difende la propria terra. Pensare che tanto poi c’è qualcuno che pulisce al posto nostro non trova spazio in chi gode di una mentalità progredita, degna di chi è rispettoso di sé e degli altri. Qualche giorno fa – conclude - per gli stessi problemi abbiamo dovuto transennare il parco dei folletti perché reso inagibile. Ritengo che se ognuno di noi facesse un po’ di più, tutti insieme potremmo vantare una città più evoluta».

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio