Condanna della comunita’

Picchiato e ridotto in fin di vita a Crotone: «Violenza animalesca gratuita. Serve un giudizio severo»

Ventinove tra associazioni e comitati cittadini scrivono una dura nota per condannare il brutale pestaggio di Davide Ferrerio: «Quanto avvenuto segna è uno spartiacque tra la civiltà e la barbarie di una comunità»

335
di Redazione
15 agosto 2022
12:41
Davide Ferrerio
Davide Ferrerio

Ventinove tra associazione e comitati cittadini hanno espresso vicinanza alla famiglia di Davide Ferrerio, il giovane di ridotto in fin di vita a Crotone dopo il pestaggio di un coetaneo. Per il pestaggio è stato arrestato il 22enne Nicolò Passalacqua, che si trova in questo momento in carcere.

I gruppi hanno diramato una nota dura, nei contenuti e nella ferma condanna di quello che definiscono un vero e proprio «atto di barbarie».


«Dopo aver ascoltato su Raitre le parole della mamma di Davide Ferrerio – si legge nella nota - picchiato fino a ridurlo in fin di vita a Crotone, non possiamo non esprimere a Giusy Orlando tutta la nostra vicinanza. Non è importante capire quale è stato il motivo per cui questo ragazzo ha compiuto questo gesto criminale nei confronti di Davide e a nulla vale, in questo frangente, indagare il contesto in cui è maturato questo atto vile e brutale».

«Vista la violenza animalesca e gratuita – aggiungono - non possiamo non chiedere un giudizio rapido e severo, nella consapevolezza che la giustizia debba tornare ad essere la pietra angolare della società. Senza invocare gogne è necessario sottolineare che è abominevole l’atto compiuto e ingiustificabile è il gesto di coprirlo e di non intervenire da parte di molti cittadini».

«Certo – sottolineano i firmatari della nota - il degrado urbano, l’abbandono in cui versa la città di Crotone, la violenza verbale da parte dei rappresentanti istituzionali, l’incapacità di affrontare e risolvere i mille problemi che attanagliano la nostra comunità sono elementi determinanti in cui è maturato questo atto criminale. Questo episodio, però, è uno spartiacque tra la civiltà e la barbarie di una comunità».

«Noi ci batteremo sempre per affermare il diritto a vivere in una società civile e contro la barbarie e parteciperemo alla manifestazione indetta a per il 16 agosto a piazzale Ultras alle ore 19.30. Forza Davide, siamo tutti con te!»

La nota è stata firmata da: Centro Servizi per il Volontariato “Calabria Centro”, Comitato Crotone Pulita, Circolo Arci Gli Spalatori di Nuvole, Associazione Terra e Libertà, Arci Calabria, Barrio, Mga Sindacato Nazionale Forense, Libera Crotone, Associazione volontari di strada Crotone, Coop. Access Point, Associazione Sabir, Legacoop Sociale Crotone, Associazione Officina Kids, Associazione Anpi Crotone, Associazione Codici Calabria, Associazione Paideia Crotone, Associazione Equilibri, Associazione Cittadinanzattiva -Tribunale dei Diritti del Malato Crotone, Associazione Enpa, Gruppo Archeologico Krotoniate, Italia Nostra - Sezione di Crotone, Associazione Laicitalia Crotone, Associazione Movimento per la Difesa dei Diritti dei Cittadini Crotone, Associazione Nikol Ferrari “la vita in un dono” Crotone, Coop. Agorà Kroton, Associazione Wwf Crotone, Associazione Adultiraider, Cooperativa Family Center, Federazione Italiana Scout Raider. E dai cittadini: Linda Monte, Pasquale Figliomeni, Francesco Rizza, Luciano Formaro.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top