La pista del pirata della strada dietro la morte dello studente calabrese a Roma

L'appello dei familiari: 'Chi ha visto qualcosa, parli'. Oggi a Vaccarizzo Albanese i funerali del giovane

di Redazione
2 dicembre 2015
13:38

C'è l'ombra di un pirata della strada dietro la morte del giovane Giosafat Scura, il 23enne studente calabrese morto in un incidente stradale sulla Nomentana, nella zona di Porta Pia, nella notte tra sabato e domenica. Il giovane, di Vaccarizzo Albanese, nel cosentino, studiava Medicina a Roma all'Università Cattolica. Nella Capitale viveva con la sorella e la madre, stimata professionista, era stata direttrice dell’INPS di Rossano, anni fa si oppose alle pressioni dei clan del luogo nell'ambito di una maxitruffa ai danni dell'ente prevvidenziale e gli inquirenti le assegnarono la scorta. Da qualche anno era stata promossa e trasferita nella capitale dove viveve con i due figli.



Sono troppi però gli interrogativi aperti sulla morte del giovane e gli inquirenti, su richiesta dei familiari, hanno immediatamente acquisito i filmati delle cinque telecamere di sorveglianza puntate sul viale. Secondo il quotidiano "Il Messaggero" c'è il sospetto che il ragazzo sia stato tamponato da un pirata della strada che non si sarebbe poi fermato a soccorrerlo. Un'altra ipotesi è che il ventitreenne abbia perso il controllo del motorino e per evitare un altro veicolo sia andato dall'altra parte della carreggiata anche se, è difficile pensare che l'impatto sia stato così forte da far sbattere violentemente, Giosafat, contro il marciapiede dell'altra carreggiata. Il medico legale, incaricato di effettuare l'autopsia ha, infatti confermato che lo studente è deceduto a causa di un gravissimo trauma cranico e spinale. Il pubblico Ministero, Alberto Pioletti, titolare del fascicolo, ha deciso di procedere per omicidio colposo contro ignoti.


Intanto i familiari, ancora increduli per la morte di Giosafat hanno lanciato un appello a tutti coloro che quella notte, sono passati alle tre notte da quel tratto di Nomentana. "Se c'è qualcuno che sabato sera ha visto si faccia vivo", ha dichiarato il padre di Giosafat, Francesco Scura. "Ci sono molte cose che non tornano nell'incidente e noi vogliamo solo capire come sono andate davvero le cose". “

 

Oggi, alle 15, tutto il paese di Vaccarizzo Albanese, si stringerà attorno alla famiglia per l'ultimo saluto a Giosafat.

COMMENTI
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top