Lotta al Covid

Green pass obbligatorio, Confindustria Calabria: «Nessuna criticità, quasi tutti vaccinati»

Il numero uno degli industriali calabresi si dice fiducioso sull'introduzione dell'obbligo di certificato verde: «Le aziende hanno imparato a gestire le avversità durante la pandemia»

174
di Luana  Costa
14 ottobre 2021
15:08
Green pass. Nel riquadro, Aldo Ferrara
Green pass. Nel riquadro, Aldo Ferrara

La linea di Confindustria resta intransigente: «Il green pass rappresenta l'unico strumento per garantire la continuità dei processi produttivi e proteggere i luoghi di lavoro». Ci si avvia, insomma, all'appuntamento con l'introduzione dell'obbligo di certificato verde senza particolari resistenze, almeno in Calabria.

Nessuna barricata

Da oggi, 15 ottobre, entra in vigore il decreto legge che rende vincolante il possesso del green pass per accedere ai luoghi di lavoro, pubblici e privati. Ma in Calabria non ci si attende le barricate: «Non si respira un clima di allarme» conferma il presidente di Confindustria, Aldo Ferraro. «Si tratta di un provvedimento che in fase di applicazione potrebbe generare qualche episodio, tuttavia, da gestire» concede ma garantisce: «Abbiamo fornito vademecum ben precisi, le imprese ne sono a conoscenza ormai da tempo e siamo anche convinti che queste abbiano maturato una certa esperienza nell'affrontare le avversità durante la pandemia. Non dimentichiamo la fase di adozione e di assistenza alle imprese, quali ad esempio, l'adozione dei protocolli covid e poi i protocolli per la vaccinazione».


Clima disteso

«Non abbiamo ricevuto telefonate di allarme da parte delle nostre imprese rispetto alla giornata di domani - prosegue il numero uno di Confindustria -. Ciò ci fa pensare che la stragande maggioranza degli addetti delle aziende più strutturate sia vaccinata o i pochi rimasti siano in procinto di farlo o, in caso contrario, siano già state messe a punto modalità operative tali da non compromettere i processi produttivi».

Nelle aziende

Una dichiarazione che fa il paio con quanto assicurato anche da Francesco Cusimano, amministratore dell'omonima azienda operante nel settore della produzione di laterizi. Situata alle porte della città di Catanzaro, conta la presenza di 90 addetti: «I nostri dipendenti sono quasi tutti vaccinati - dichiara -, ovviamente un dato più certo si avrà domani poiché per ragioni di privacy non possediamo informazioni sull'avvenuta vaccinazione o meno del personale. Quel che posso dire è che abbiamo investito per realizzare incontri aziendali e aumentare l'informazione in materia».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top