Polo Covid non ancora pronto, a Corigliano Rossano la lotta al virus si complica

Rimane inevasa la delibera dell’Asp che prevedeva l'aumento dei posti letto. Una situazione peggiorata dalla mancanza di personale e dalla macchina per processare i tamponi quasi sempre rotta (ASCOLTA L'AUDIO)

47
di Matteo Lauria
30 marzo 2021
10:30
Ospedale di Rossano - Sede Polo Covid
Ospedale di Rossano - Sede Polo Covid

Laboratorio di Microbiologia bloccato, tracciamento saltato. A Corigliano Rossano la contabilità dei tamponi ferma. Ieri all’appello un solo positivo rispetto a una media che riproduce 250 contagi a settimana. Il sindaco Flavio Stasi chiede una macchina suppletiva di riserva in grado di sopperire alla ripetibile rottura del macchinario. Il problema, dopo l’ormai conclamata carenza di posti letto, è l’assistenza sanitaria ai pazienti Covid (ma anche ai non Covid). Tutto sembra gravare sui pronto soccorso, laddove è carente il personale.

Non solo, ma è anche precaria la sicurezza. Sul punto il primo cittadino mette in luce questioni dai contorni preoccupanti: «Ci sarebbe da parlare per ore del perché nei pronto soccorso non sono stati realizzati i percorsi dedicati (già finanziati) oppure del perché non sono stati realizzati i posti di medicina Covid, subintensiva ed intensiva previsti nel DCA91».


L’amministratore bypassa le polemiche perché non è tempo di farne. Tuttavia tra quanto conteneva l’atto deliberativo dell’allora commissario dell’Asp di Cosenza Giuseppe Zuccatelli che sanciva la costituzione del polo Covid a Rossano e la realtà c’è un abisso.

Erano previsti altri 4 posti-letto aggiuntivi di terapia intensiva generale, ulteriori 36 posti letto di cui 10 per pneumologia, 10 intensiva-respiratoria e semi-intensiva respiratoria, 10 di riabilitazione cardio-respiratoria, 6 posti di intensiva generale tutti dedicati all’emergenza Covid. Ad oggi ci sono solo 18 posti-letto per non acuti, e 10 adattati in pronto soccorso. Mentre sono ancora in corso i lavori (registrano notevoli ritardi) al quinto piano per la realizzazione del reparto Covid con 28/30 posti letto e, al momento, manca una previsione di spesa per la copertura del personale da destinare.   

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top