Processo Chimera, accolto il ricorso di Nino Cerra: verrà giudicato da altri magistrati

Annullata la decisione della Corte di Appello sul giudizio in merito a un episodio estorsivo per il quale in primo grado era stato condannato a 7 anni e 6 mesi di reclusione

di T. B.
2 novembre 2020
18:21

La seconda sezione penale della Corte di Cassazione ha annullato senza rinvio la decisione che la Corte di Appello di Catanzaro aveva reso sulla istanza di ricusazione proposta da Nino Cerra, classe ‘91, difeso dagli avvocati Aldo Ferraro e Lucio Canzoniere, nei confronti dei componenti della Corte di Appello di Catanzaro che lo stavano giudicando per un episodio estorsivo nell’ambito di uno stralcio del processo Chimera.

I giudici catanzaresi avevano dichiarato inammissibile l'istanza di ricusazione, sul presupposto che la valutazione compiuta in precedenza era stata solo incidentale e non anche nel merito di quei fatti, tanto da confermare la condanna pronunciata in primo grado nei confronti del Cerra a 7 anni e 6 mesi di reclusione.



La Corte di Cassazione ha invece integralmente accolto il ricorso proposto dei difensori, con una decisione destinata inevitabilmente ad incidere sula stessa condanna in appello pronunciata dai giudici catanzaresi nei confronti del Cerra.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio