Covid

Quarantena e super green pass: le regole del nuovo decreto per arginare la variante Omicron

Tutte le misure contenute nel nuovo provvedimento per arginare la variante Omicron: nessuna quarantena per chi ha la terza dose o ha completato il cliclo vaccinale di base da meno di 4 mesi

50
di Redazione
31 dicembre 2021
16:39

L’Italia è in piena quarta ondata Covid, negli ultimi giorni i contagi sono aumentati in maniera esponenziale in tutto il Paese. La variante Omicron si sta diffondendo con rapidità anche se, dai riscontri recenti, sembra essere meno pericolosa delle mutazioni del passato.

I dati calabresi non destano meno preoccupazioni, per due giorni di fila si è superato record di contagi giornalieri. La percentuale di ricoveri nei reparti (dati Agenas al 30.12) è pari al 29% e resta sempre vicina alla soglia per il passaggio in zona arancione previsto al 30. Reggono le terapie intensive, che con il 15% di occupazione di posti letto rimangono ancora lontane dalla soglia prevista al 20 che farebbe entrare la Calabria nella fascia con maggiori restrizioni.


Il dato nazionale

L'incidenza settimanale a livello nazionale dei casi Covid continua ad aumentare rapidamente: è più che raddoppiata raggiungendo 783 casi per 100mila abitanti (24/12/2021 - 30/12/2021) contro 351 della scorsa settimana. Lo rileva il monitoraggio settimanale ministero della Salute-Iss.

Le nuove regole

L’ultimo decreto del Governo è stato studiato appunto per cercare di contrastare e gestire la diffusione di Omicron. Ecco le regole in pilllole:

Super green pass: dal 10 gennaio 2022 fino alla cessazione dello stato di emergenza, il super green pass viene riconosciuto a chi ha ricevuto la dose booster di vaccino oppoure la seconda dose da meno di sei mesi, ma anche a chi - nello stesso intervallo temporale - è guarito dal virus. I bambini sotto i 12 anni sono esentati dalla certificazione verde. 

Si amplia l'uso alle seguenti attività: alberghi e strutture ricettive; feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose; sagre e fiere; centri congressi; servizi di ristorazione all'aperto; impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici; piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all'aperto; centri culturali, centri sociali e ricreativi per le attività all'aperto.

Inoltre il Super green pass è necessario per l'accesso e l'utilizzo dei mezzi di trasporto compreso il trasporto pubblico locale o regionale. Insomma, anche per prendere, ad esempio, l'autobus o la metro in città serve la certificazione verde rinforzata.

Quarantene: Il decreto prevede che la quarantena precauzionale non si applica a coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al COVID-19 ma hanno fatto la terza dose, oppure hanno completato il ciclo vaccinale di base e non sono ancora passati 120 giorni dalla inoculazione della seconda dose o dalla guarigione. Chi è esentato dalla quarantena per questi motivi ha comunque l'obbligo, fino al decimo giorno successivo all'ultimo contatto con soggetti positivi, di indossare la mascherina di tipo FFP2 e di effettuare - solo qualora sintomatici - un test antigenico rapido o molecolare al quinto giorno successivo all'ultima esposizione al caso.

Capienze (cinema; teatri; stadi): Il decreto prevede che le capienze saranno consentite al massimo al 50% per gli impianti all'aperto e al 35% per gli impianti al chiuso. 

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top