Rubò la fede ad un'anziana nell’ospedale di Polistena, arrestato

Il fatto sarebbe avvenuto nel pronto soccorso. L'uomo, un pregiudicato di Laureana, è stato individuato dai carabinieri della compagnia di Taurianova e poi ristretto ai domiciliari

171
di Redazione
5 settembre 2019
13:10
Anziani
Anziani

È accusato di rapina pluriaggravata e per questo motivo è finito in carcere. Si tratta di Rocco Zungri, pregiudicato di Laureana di Borrello, piccolo centro delle Serre. L'arresto è stato eseguito questa mattina dai carabinieri della compagnia di Taurianova che ha dato esecuzione a un misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Palmi. Il provvedimento cautelare conclude un’attività investigativa avviata dalla stazione carabinieri di Polistena sotto il coordinamento della procura di Palmi a seguito di una rapina commessa nel febbraio scorso all’interno del pronto soccorso dell’ospedale di Polistena a danno di una ottantaquattrenne. Nella ricostruzione degli eventi svolta in sede di denuncia, un uomo aveva strappato la fede della donna provocandole delle lesioni ed escoriazioni al viso, al collo e alla mano.

 

In particolare, l’anziana era giunta d’urgenza all'ospedale per un grave malessere e, dopo i primi accertamenti è stata portata al pronto soccorso in attesa del ricovero. Zungri, in ospedale per motivi di salute e lasciato per qualche minuto nello stesso locale della donna sdraiata su un letto, in un momento di solitudine, avrebbe avvicinato la paziente e dopo averla distratta con delle scuse, avrebbe strappato con violenza dal dito dell'anziana la fede nuziale.

 

Solo dopo un po’ di tempo la vittima ha riferito al personale sanitario e quindi ai parenti quanto avvenuto, i quali hanno informato i carabinieri della compagnia di Taurianova, che subito sono intervenuti per ricostruire il fatto. L’indagine, partendo dalla testimonianza della stessa vittima, particolarmente scossa ma lucida nel racconto, e condotta dai carabinieri della stazione di Polistena, attraverso una attenta visione dei sistemi di videosorveglianza dell’ospedale, l’analisi delle entrate e uscite al pronto soccorso e attraverso numerose escussioni del personale sanitario presente, avrebbe consentito di raccogliere indizi a carico Zungri. L’arrestato, ristretto agli arresti domiciliari, dovrà rispondere del reato di rapina pluriaggravata, per aver commesso il fatto in danno di una persona anziana, all’interno di una struttura ospedaliera e approfittando della minore difesa.

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio