All'ospedale di Reggio un concerto per Gerardo, ricoverato dopo un incidente

VIDEO | Tanta felicità ed emozione per il ragazzino, attualmente curato in Ortepedia al Grande ospedale metrpolitano dopo aver avuto un brutto sinistro mentre guidava un quad. Gli amici e compagni della Junior Band di Laureana di Borello hanno suonato per lui e lo rivogliono presto in sella alla sua batteria

 

di Angela  Panzera
1 luglio 2019
18:49
Gerardo in ospedale
Gerardo in ospedale

A stento è riuscito a trattenere l’emozione il piccolo Gerardo Agasi, il dodicenne di Laureana di Borello che si trova ricoverato al reparto di Ortopedia del grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria. Mercoledì scorso il ragazzino ha avuto un brutto incidente mentre guidava un piccolo quad e rischia di perdere la gamba anche se i medici adesso sono molto più fiduciosi rispetto ai primi giorni dal suo ricovero. Questo pomeriggio per lui si è registrata una bellissima parentesi di amicizia e felicità poiché i suoi compagni e colleghi della Junior Band, fondata  e diretta dal maestro Maurizio Managò, e del coro dell’istituto scolastico Laureana-Galatro Feroleto, con in testa i professori Patrizia Campolo e Giacomo Cassalia, gli hanno fatto una bellissima sorpresa: un concerto tutto per lui.

 

Gerardo era convinto di andare ad effettuare una radiografia e invece, quando si sono aperte le porte dell’aula magna “Spinelli” la musica si è fatta strada tra lo stupore e l’incredulità. Il piccolo suona le percussioni ed è per questo che i suoi compagni lo rivogliono presto con loro. «Ti siamo vicino in questo momento di difficoltà- hanno scritto in una lettera recitata dalla sassofonista Emilia- e gli amici infatti si vedono nel momento del bisogno e ti vogliamo dire che, anche se tu stai soffrendo, noi per te ci siamo sempre e ti rivogliamo presto con noi a suonare la tua batteria».  Oggi pomeriggio da Reggio Calabria è partito un grande messaggio di speranza che va molto oltre i confini della città e della sua provincia.  Un’intera comunità si è stretta intorno a una famiglia sofferente e a un ragazzino che rischia di vedere la propria vita compromessa per sempre. «È questo il vero messaggio della musica- ha affermato il maestro Managò- la musica è gioia, è speranza, è comunione. Non potevamo rimanere indifferenti al dolore che sta provando questa famiglia e soprattutto volevamo dire al nostro Gerardo di essere forte e di tornare presto in orchestra». 

 

«Grazie di cuore- ha detto il  ragazzo tra gli applausi- non me l’aspettavo e sono felice di questa bellissima sorpresa». 

 

Il gruppo è stato accompagnato da Francesco Fruci, presidente dell’orchestra giovanile di Laureana di Borrello, dal sindaco Alberto Morano e dal dirigente scolastico Pasqualina Servelli, la quale ha sempre sostenuto con grande entusiasmo l'attività didattico-artistica di questi giovani musicisti che oltre alle esibizioni in ambito scolastico, hanno già partecipato a prestigiose manifestazioni. L'iniziativa si è svolta anche grazie alla sensibilità del direttore generale Francesco Araniti,del direttore sanitario aziendale Giuseppe Foti,  del direttore sanitario di presidio Matteo Galletta, e della la caposala Francesca Moscato i quali hanno accolto con grande entusiasmo l’idea di aprire le porte della sala congressi dell’ospedale per ospitare un magico momento all'insegno della musica e dell'amicizia. 

 

LEGGI ANCHE: Auto travolge un ragazzino su un quad a Laureana, rischia di perdere la gamba

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio