Il caso

Reggio Calabria, muore in ospedale ma la famiglia lo sa due giorni dopo

Il 79enne di Pazzano, Rocco Chiodo, era stato trasferito dal nosocomio di Locri al Gom. Presentato un esposto in Procura

202
di Redazione
27 dicembre 2021
15:28

Hanno appreso casualmente che il proprio caro era deceduto da due giorni, i familiari di Rocco Chiodo, 79 anni, di Pazzano, piccolo paese della vallata dello Stilaro. L’uomo, a causa di un’embolia polmonare, era stato trasportato lo scorso 21 dicembre all’ospedale di Locri - secondo quanto scrive stamane la Gazzetta del Sud - e da lì è stato trasferito al Gom di Reggio Calabria, senza che la famiglia venisse resa partecipe della scelta dei sanitari. Da quel momento, dell’anziano si sarebbero perse le tracce.

Soltanto giovedì 23 dicembre, il fratello dell’uomo deceduto e il figlio sono andati al Gom. E dopo aver chiarito alcuni particolari hanno potuto parlare con un medico che ha riferito che l’uomo era morto da due giorni. Immediata è scattata la denuncia e i parenti del defunto hanno presentato un esposto alla Procura di Locri.


GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top