Reggio, sorpresi con attrezzi e refurtiva: espulsi tre georgiani

I controlli nell’ambito dell’Operazione Athena. Si tratta di due uomini e una donna per i quali già in passato era stato disposto il provvedimento

7 aprile 2019
13:41
Il materiale recuperato
Il materiale recuperato

Non si è fatta attendere la risposta della Polizia di Stato ai furti che hanno interessato alcuni appartamenti al centro città di Reggio Calabria. Al via l’”Operazione Athena”. È questo il nome che il questore della Provincia di Reggio Calabria Maurizio Vallone ha voluto dare ad un protocollo operativo, richiesto dal prefetto Michele Di Bari, che si pone quale obiettivo l’intensificazione dell’attività di controllo del territorio nelle aree cittadine centrali maggiormente frequentate, soprattutto con l’approssimarsi della stagione estiva, nelle ore pomeridiane e serali, caratterizzate dalla “movida” cittadina.


L’efficacia del nuovo dispositivo di controllo del territorio ha già portato i suoi primi frutti. I controlli effettuati hanno portato all’individuazione di tre cittadini georgiani trovati in possesso di refurtiva nonché di numerosi attrezzi da scasso o necessari per fare accesso all’interno degli appartamenti da predare. Si tratta di tre cittadini georgiani, rispettivamente due uomini, di 41 e 32 anni ed una donna di 27 anni, già destinatari di un provvedimento di espulsione, per i quali personale dell’Ufficio immigrazione ha notificato un decreto di espulsione dandone immediata attuazione attraverso l’accompagnamento coatto presso il Centro di permanenza per i rimpatri di Bari e di Roma – Ponte Galeria. I tre georgiani sono stati, inoltre, denunciati alla competente Autorità giudiziaria per il reato di ricettazione.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio