Rifiuti Crotone, lavoratori dell'ex società Akros occupano la sala consiliare del Comune

Chiedono di essere stabilizzati nel nuovo ente che si occupa della raccolta spazzatura in città. Previsto un incontro con il sindaco Voce, ditta e sindacati

di Francesca Caiazzo
20 luglio 2021
17:27

Circa 15 lavoratori ex Akros, società pubblica che si occupava di raccolta differenziata a Crotone e posta in liquidazione nel 2016, hanno occupato la sala consiliare del Comune di Crotone per protesta. I manifestanti, due dei quali si sono incatenati, chiedono di essere stabilizzati da Akrea, municipalizzata che si occupa della raccolta dei rifiuti in città, come previsto - hanno spiegato - da un vecchio accordo che prevedeva l'assorbimento del personale di Akros nella nuova società.

Solo 28 dei lavoratori però sono stati assunti a tempo indeterminato, mente ai restanti è stato applicato un contratto a termine rinnovato nel corso degli anni e a breve in scadenza e non più rinnovabile. Intanto, nel pomeriggio è previsto un incontro tra il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, il presidente di Akrea, Gianluca giglio e i sindacati, con l'obiettivo di trovare una soluzione e garantire continuità lavorativa ai dipendenti.


Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top