La vicenda

Rimborsopoli a Cosenza, la Procura presenta ricorso contro l’assoluzione dell’ex sindaco Mario Occhiuto

Era stato assolto dall'accusa di peculato e falso nel processo di primo grado svoltosi con il rito abbreviato che ha visto inoltre il rinvio a giudizio dell'ex capo segreteria dello staff Giuseppe Cirò

59
di Antonio Alizzi
15 giugno 2022
10:11
Mario Occhiuto
Mario Occhiuto

La procura di Cosenza ha presentato ricorso contro l’assoluzione dell’ex sindaco della città dei bruzi, Mario Occhiuto, uscito indenne dal processo di primo grado, svoltosi con il rito abbreviato, che ha visto inoltre il rinvio a giudizio di Giuseppe Cirò, ex capo segreteria dello staff dell’architetto cosentino, e di Ada Federico, funzionaria dell’economato, nonché del proscioglimento dell’altro funzionario Bruno Palermo.

Una vicenda nata proprio dalla denuncia di Mario Occhiuto, accusato poi a sua volta da Giuseppe Cirò di aver fatto anche lui la “cresta” sui rimborsi comunali, con spese effettuate senza alcuna pezza giustificativa, da legittimare la richiesta di avere i soldi spesi per viaggi istituzionali, secondo l’accusa, mai effettuati. Ora il pm Giuseppe Visconti, dopo la sentenza assolutoria emessa dal gup Claudia Pingitore, ha presentato ricorso in appello.


GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top