Rossano, infermiere aggredito in pronto soccorso da una turista: intervengono i carabinieri

Segue di pochi giorni l’analogo episodio nei confronti di un medico. Intanto è previsto per domani l'arrivo del commissario La Regina per discutere sul futuro di una divisione del Polo covid

 

2
di Matteo Lauria
5 luglio 2021
20:56
Pronto soccorso di Rossano
Pronto soccorso di Rossano

Infermiere aggredito da una turista romana in attesa di essere visitata in pronto soccorso e giunta in codice verde. Il nuovo episodio di violenza accade a pochi giorni di distanza dall’aggressione avvenuta ai danni di un medico del ps, successivamente ricoverato d’urgenza a Castrovillari. La situazione nel presidio ospedaliero “Nicola Giannettasio” di Rossano è di estrema tensione. Sul posto si è recata una pattuglia dei carabinieri della compagnia di Rossano. Secondo quanto trapela pare che la donna abbia chiesto scusa al sanitario e il conflitto pare sia rientrato. Il problema tuttavia rimane, personale medico e paramedico è sottodimensionato mentre gli accessi in pronto soccorso aumentano a dismisura sia per la presenza turistica sia per la carenza di presidi di Guardia medica su tutto il territorio.

Domani l'arrivo del commissario La Regina 

Intanto, domani pare sia in programma l’arrivo a Rossano del commissario straordinario dell’Asp di Cosenza Vincenzo La Regina per un incontro con i vertici dello stabilimento ospedaliero al fine di affrontare il tema del Polo Covid una cui ala (18 posti su 36) è stata sospesa dopo il calo dei contagi. Si tratta di decidere quale futuro dare alla divisione: se mantenimento o smantellamento. E tutto questo accade nonostante nel presidio ospedaliero continuino ad arrivare pazienti Covid. In città negli ultimi 30 giorni si sono registrati 65 casi, 3 sono ricoverati nei reparti, mentre il triste bilancio dei decessi è di 81 unità.   


Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top