Aeroporti Calabria

Sacal, domani si riunisce il Cda: si discute dei ristori mai arrivati e dei richiami dell’Enac

Mancherebbero all’appello circa due milioni di euro che la società avrebbe richiesto ma mai ricevuto. Intanto continua la preoccupazione dei lavoratori che iniziano con le assemblee sindacali

30
di Tiziana Bagnato
23 novembre 2021
16:41

Mentre sul fronte della proposta avanzata dai soci privati, attualmente proprietari della Sacal, a quelli pubblici affinché riacquistino le quote tutto tace, domani pomeriggio si riunirà nuovamente il consiglio di amministrazione.

Diversi i punti all’ordine del giorno, tra questi non sfuggono gli avvertimenti dell’Enac che con la pec inviata qualche settimana fa ha messo nero su bianco quelle che a suo modo di vedere sarebbero diverse e ripetute violazioni normative, tanto da chiedere il commissariamento dell’aeroporto di Lamezia, approfondimenti sugli scali di Crotone e Reggio e la presentazione di un esposto alla Procura di Catanzaro. La strategia difensiva per la Sacal è importante, ma non totalizzante. Il materiale elaborato dalla società è già sui tavoli romani da giorni e si attendono evoluzioni.


Domani si parlerà anche di quei ristori per il settore aereo che non sono mai arrivati e la cui mancanza si fa sentire, vista la fragile situazione economica in cui versa la società. Sarebbero circa due i milioni di euro di finanziamenti non pervenuti dal governo. Intanto, la società continua ad essere nel mirino, attaccata da politica e sindacati, dopo la diretta infuocata di Occhiuto e la missiva al vetriolo di Enac.

C’è chi ha chiesto anche le dimissioni del presidente De Metrio, il quale non potrebbe più rappresentare secondo la Cgil, la Regione all’interno del Cda. Domani si farà il punto in particolare sulla situazione economica della Sacal che, lo ricordiamo, nel 2020 ha registrato una perdita di 8.535.344 euro.

Una vera e propria emorragia causata dal Covid e dal blocco del trasporto aereo. Perdite corpose che si sono riversate poi sul personale, con la cassaintegrazione e il mancato richiamo di alcuni stagionali. In questi giorni con la ripresa del traffico aereo diverse sono state le volte in cui si sono creati assembramenti fuori dall’aeroporto a causa del poco personale.

I lavoratori nel frattempo stanno aderendo alle riunioni e alle sollecitazioni dei sindacati. Venerdì prossimo la Filt Cgil ha convocato una riunione con i lavoratori della Sacal e Sacal Gh che chiedono di capire che cosa stia accadendo e quali potrebbero essere le conseguenze da un punto di vista occupazionale.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top