Sanità: Centro prenotazioni senza personale, il Comune di Gioia Tauro “offre” i propri dipendenti

VIDEO | Il Cup della città opera a singhiozzo. E così l'ente si è accordato con l'azienda per trasferire in mobilità due addetti 

61
di Agostino Pantano
1 luglio 2020
14:51

Una convenzione, tra l’Asp di Reggio Calabria e il Comune di Gioia Tauro, consentirà di mantenere aperto lo sportello del Centro unico prenotazioni dell’ospedale diventato bersaglio delle proteste in questi giorni. Lamentele ha infatti provocato l’interruzione del servizio, dovuto all’assenza dell’unico dipendente “superstite”, che ha costretto gli utenti a servirsi delle analoghe strutture di Palmi, Taurianova e Polistena.

 

«Abbiamo tenuto un incontro con il prefetto e i manager dell’Asp – argomenta Valerio Romano, vice sindaco della città del porto – ed abbiamo deciso di stipulare una convenzione che consentirà al Comune di distaccare 2 dipendenti da mettere a disposizione del Cup».

Dopo il recente pensionamento di due dei 3 addetti, infatti, l’unico amministrativo rimasto in servizio è stato costretto ad assentarsi per motivi di salute.

 

«Da qui – prosegue Romano – la grave situazione creatasi che non possiamo tollerare». L’ente, che come è noto è in dissesto e nei giorni scorsi ha fatto notizia per la carenza di figure dirigenziali, ha avviato una manifestazione di interesse per i suoi dipendenti, e in tre si sono detti disponibili alla mobilità.

 

«A breve – conclude Romano – stipuleremo la convenzione e stabiliremo se il distacco durerà 6 mesi piuttosto che un anno».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio