Sanità, Sapia: «Sospendere piano di rientro o rischiamo il tracollo»

Il deputato cinquestelle annuncia un emendamento al nuovo decreto Calabria e denuncia la difficile situazione dei Pronto soccorso di San Giovanni in Fiore e Corigliano, che soffrono la carenza di personale

24
di Redazione
16 novembre 2020
14:01
Francesco Sapia
Francesco Sapia

«Non si possono chiudere le unità di Pronto soccorso, soprattutto in questo momento di stress la sanità calabrese». Con riferimento agli ospedali di San Giovanni in Fiore e di Corigliano lo afferma, in una nota, il deputato M5S Francesco Sapia, alla Camera componente della commissione Sanità.

 


«Ho sentito – prosegue il parlamentare del Movimento 5 Stelle – la commissaria dell’Asp di Cosenza, che è alla ricerca di soluzioni per il Pronto soccorso di San Giovanni in Fiore, gravemente chiuso per le urgenze fino a mercoledì prossimo. In quanto a quello di Corigliano, la commissaria è alla ricerca di medici da reclutare, al fine di evitarne la sospensione delle attività».

 

«Per tutte le criticità del Sevizio sanitario calabrese, è indispensabile e urgente – conclude Sapia – sospendere per l’intera durata della pandemia i vincoli del piano di rientro. La situazione è troppo critica, siamo senza personale e si rischia il tracollo. Presenterò specifico emendamento al nuovo decreto Calabria».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio