Donna armata a Santa Maria del Cedro, dopo 12 ore bloccata dai carabinieri

VIDEO | La badante, poco prima delle 20 di ieri sera, ha cominciato a urlare dal secondo piano di una palazzina minacciando di uccidersi. Con lei anche un anziano di 88 anni. I carabinieri hanno cercato di calmarla, riuscendo a portarla via solo stamattina

4
di Francesca  Lagatta
29 maggio 2020
10:03

Ci sono volute oltre 12 ore per mettere fine alla triste vicenda della donna straniera che da ieri sera ha seminato il panico alle porte del centro storico minacciando di uccidersi con un coltello e un fucile in mano, mentre teneva in ostaggio un uomo di 88 anni a cui da tempo farebbe da badante. Grazie all'aiuto di un carabiniere mediatore, la trattativa è andata avanti tutta la notte, fortunatamente senza gravi conseguenze. Le forze dell'ordine, probabilmente, hanno cercato di portare la donna allo stremo delle forze per poter fare irruzione senza provocare alcuna reazione.

La signora è stata portata via dall'abitazione e si trova attualmente in stato di fermo. L'azione si è svolta dopo le 8 di questa mattina ed è stata interamente coordinata da Andrea Massari, al timone della Compagnia dei carabinieri di Scalea. Alle operazioni hanno collaborato anche una squadra operativa di supporto, una pattuglia della Radiomobile di Scalea e gli uomini  dell'Arma della locale caserma, che si trova solo a qualche metri di distanza dalla palazzina dove si è consumato l'evento. Sul posto è arrivata tempestivamente anche un'ambulanza del 118, ma per fortuna nessuno è rimasto ferito.

Problemi di lavoro all'origine del dramma?

Non è dato conoscere, al momento, i reali motivi che hanno portato la 50enne di origini straniere a tenere un uomo in ostaggio mentre minacciava anche chi cercava di dissuaderla dal compiere gesti inconsulti. Benché parlasse ad alta voce con gli agenti in strada, le sue frasi risultavano incomprensibili. Secondo indiscrezioni, la donna avrebbe lamentato problemi sul lavoro. Persone a lei vicine, però, parlano più verosimilmente di un periodo di forte depressione, dettato dalla perdita di un parente stretto, a cui non avrebbe potuto dare l'ultimo saluto. Sarà compito del capitano Massari, ora, ricostruire la vicenda nei dettagli e risolvere il rompicapo.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio