Santelli nomina l’Ufficio stampa ma un giornalista va in Procura: «Violata la legge»

La professionista ha deciso di impugnare l'atto rivolgendosi all'ordine degli avvocati di Catanzaro

164
9 ottobre 2020
11:10
La Cittadella regionale
La Cittadella regionale

Una giornalista si è rivolta all’ordine degli avvocati di Catanzaro per impugnare le nomine effettuate dalla governatrice Jole Santelli all’ufficio stampa della Giunta regionale. Nomine che sarebbero state fatte aggirando la legge 150 del 2000, che impone il concorso a tutti gli enti pubblici di vogliano dotarsi di loro uffici stampa. La notizia dell’impugnazione è stata resa nota questa mattina e fa seguito alla presentazione di una interrogazione al ministro da parte dei parlamentari del Movimento 5 stelle Alessandro Melicchio, Dalila Nesci, Paolo Parentela, Giuseppe D'Ippolito e Riccardo Tucci.

 


«Ancora una volta – si legge nella nota diramata dai grillini - il rispetto delle leggi, la trasparenza, la meritocrazia e le pari opportunità restano inesistenti in Calabria. Abbiamo così chiesto l'intervento del Ministero, per avviare un'ispezione in relazione alla gestione amministrativa e finanziaria della Regione Calabria, con particolare riguardo all'affidamento degli incarichi di componente dell'ufficio stampa della Giunta regionale».

 

Nelle settimane che hanno preceduto le nomine, anche il Sindacato giornalisti della Calabria e l’ufficio Inpgi della Calabria avevano chiesto il ritiro della manifestazione d'interesse utilizzata degli uffici regionali per scegliere esperti esterni, evidenziando palesi violazioni di leggi dello Stato.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio