Scarichi fognari nel torrente: sequestrato depuratore a Mottafollone

I militari hanno accertato il mancato funzionamento dell'impianto, verificando che gli scarichi provenienti dalla fognatura pubblica, senza subire alcun processo di depurazione, attraverso una condotta, si riversavano nel torrente Occido

di Redazione
24 marzo 2017
16:44

I carabinieri di San Sosti e i colleghi della stazione carabinieri forestale hanno sequestrato l'impianto di depurazione del Comune di Mottafollone, in località Ierisi. I militari hanno accertato il mancato funzionamento dell'impianto, verificando che gli scarichi provenienti dalla fognatura pubblica, senza subire alcun processo di depurazione, attraverso una condotta, si riversavano nel torrente "Occido".

 


I fanghi presenti all'interno del depuratore erano inoltre depositati sul suolo. Dalle verifiche effettuate si è anche appurato che, negli anni, non c’è stata alcuna operazione di smaltimento dei fanghi. Nell'impianto sono state inoltre rinvenute alcune lastre deteriorate di eternit, depositate in modo incontrollato sul suolo. Denunciati amministratori e tecnici comunali per gestione illecita di rifiuti, getto pericoloso di cose, deturpamento e danneggiamento. (Agi)

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio