Scontri Catanzaro-Brindisi, assolti tre giovani tifosi

Gli imputati erano accusati di aver scagliato oggetti contundenti contro i sostenitori della squadra avversaria

di L. C.
30 ottobre 2017
17:58

In data 25 ottobre il Tribunale di Catanzaro in composizione monocratica ha assolto Tiziano Maria De Vito, Giuseppe Mancuso e Giuseppe Corasaniti nell’ambito del processo riguardante gli scontri avvenuti al termine dell’incontro calcistico Catanzaro – Brindisi. Gli imputati era accusati di aver, in data 2 maggio 2010, lanciato corpi contundenti e nello specifico pietre e sassi contro i sostenitori della squadra avversaria. I tifosi del Brindisi rispondevano di danneggiamento della porta del Pronto Soccorso e di alcuni autoveicoli e sono stati condannati per tale condotta, venendo anch’essi assolti per gli stessi reati dei tifosi catanzaresi.

 


 

Invece il giudice di Tribunale di Catanzaro ha ritenuto di emettere sentenza assolutoria nei confronti dei tre giovani tifosi catanzaresi non rinvenendo prova effettiva che gli imputati avessero commesso le rappresaglie di cui al capo di imputazione. I tifosi sono stati difesi dagli avvocati Antonio Ludovico, Alessio Spadafora e Alessia Mazza. Il Giudice dott.ssa Santaniello depositerà la motivazione entro novanta giorni.

 

l.c.

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top