A Catanzaro la sede regionale dell’amministrazione penitenziaria

Questa mattina a Catanzaro la firma della convenzione alla presenza del provveditore regionale Cinzia Calandrino

di L. C.
10 ottobre 2017
15:08

È stata sottoscritta questa mattina a Catanzaro la convenzione che sancisce il trasferimento del Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria nei locali di San Brunore di Colonia di proprietà comunale e provinciale. Lo spostamento della sede consentirà un risparmio di circa 100mila euro all’anno dal momento che finora l’amministrazione penitenziaria aveva sede in uno stabile di proprietà privata in via Vinicio Cortese. La circostanza è stata sottolineata dal provveditore regionale Cinzia Calandrino che ha parlato di un ottimo risultato frutto di una sinergia tra i diversi enti pubblici.

Il Comune

“E’ stata una grande vittoria politica del Consiglio Comunale di Catanzaro la firma della convenzione tra il Provveditorato Regionale dell'Amministrazione Penitenziaria della Calabria ed il Comune, con cui è stata sancita la destinazione dei locali di via San Brunone di Colonia a nuova sede regionale dello stesso Provveditorato”. È stato il commento del vicensindaco Ivan Cardamone. “Un traguardo che parte da lontano, oltre tre anni fa quando l’allora ministro Orlando aveva palesato l’impegno a trasferire gli uffici del Provveditorato regionale in altra sede prefigurando un grave danno per il Capoluogo e scontrandosi, inoltre, con un dettato normativo. È infatti una Legge dello Stato (L.15/12/90 n.395) che individua nei capoluoghi di Regione la sede dei provveditorati regionali. In questo contesto il governo nazionale Pd, guidato dall’allora premier Renzi, ha tentato di mettere in atto l’ennesimo “scippo” ai danni delle legittime prerogative della città Capoluogo, rischio scongiurato solo grazie alla battaglia politica iniziata nel 2014 e portata avanti dal Consiglio Comunale di Catanzaro”.

La Provincia

“La firma della convenzione tra il Provveditorato Regionale dell'Amministrazione Penitenziaria della Calabria e la Provincia di Catanzaro, che sancisce la destinazione dei locali di via San Brunone di Colonia a nuova sede regionale del Provveditorato, rappresenta un esempio di buona amministrazione e testimonia la riuscita della sinergia tra gli enti nel perseguimento degli obiettivi messi in campo nell’interesse del territorio e delle comunità amministrate”. È quanto affermato da vice presidente della Provincia di Catanzaro, Marziale Battaglia. “Oggi si conclude l’interlocuzione avviata nei scorsi mesi con i responsabili del Ministero: il Consiglio provinciale di Catanzaro, su input del presidente Bruno ha assunto la decisione accogliere la richiesta giunta dal Ministero della Giustizia per l'individuazione di una struttura adeguata ad ospitare gli uffici penitenziari stante l'insufficienza dei locali già indicati dal Comune di Catanzaro e di cui era stata acquisita la disponibilità. Un atto di grande responsabilità che fornisce al dell'Amministrazione Penitenziaria locali idonei per svolgere al meglio le proprie importanti funzioni e nello stesso tempo permette di dare nuova vita a quei locali chiusi da tempo e quindi improduttivi”.

 

l.c.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio