Sequestrato scarico di un'officina nel Cosentino: sversava oli in un fosso di raccolta acque

Il proprietario dell'attività ubicata a Rose dovrà rispondere di violazione alla normativa ambientali. Rilasciava tutti i liquidi derivanti da operazioni di lavaggio e riparazioni di auto e componenti meccanici  

9
di Redazione
19 aprile 2021
15:17

Nei giorni scorsi, a seguito di controlli nel settore ambientale, i militari della stazione carabinieri forestale di S. Pietro in Guarano hanno posto sotto sequestro uno scarico non autorizzato di una officina meccanica ubicata nel comune di Rose.

Si è giunti al sequestro dopo aver verificato le modalità di gestione della stessa che hanno portato ad accertare come le operazioni di lavaggio e riparazioni di auto e componenti meccanici all’interno ed all’esterno del locale venivano effettuate facendo defluire i liquidi all’interno di un sistema di raccolta reflui collegato ad un fosso di raccolta di acque piovane.


All’interno di questo canale, da una ispezione dello stesso, si è accertata la presenza di oli e lubrificanti misti ad acqua, proveniente dall’officina oggetto di accertamenti che poi confluiscono direttamente nel vicino fiume Crati. Il proprietario dell’officina dovrà rispondere di violazione alla normativa ambientale, essendo tale scarico privo di autorizzazione e quindi non rispondente ai requisiti previsti.  

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top