«Servono alimenti e un presidio medico per la tendopoli di San Ferdinando»

Il segretario della Nuova tendopoli: «Abbiamo distribuito nei giorni scorsi mascherine e guanti. Qui da un giorno all'altro potrebbe scoppiare un focolaio»

27
22 marzo 2020
16:19

*Fabio Costa

 


Giorno dopo giorno stiamo lavorando in trincea, dietro le quinte, con grande responsabilità nonostante la reale paura dovuta a questa drammatica crisi sanitaria. Seppur muniti dei sistemi di protezione, siamo lì, ansiosi e consapevoli che da un giorno all’altro potrebbe scoppiare un eventuale focolaio, siamo lì per aiutare questi ragazzi, siamo lì a distribuire alimenti forniti dalla Caritas.

 

Vorrei fare un ringraziamento particolare al presidente Vincenzo Alampi, al vicepresidente diacono Michele Vomera e tutti i collaboratori della Caritas che quotidianamente ci supportano in questa situazione. Abbiamo distribuito nei giorni scorsi mascherine e guanti, siamo stati e siamo impegnati a cercare di spiegare e far capire loro che il coronavirus non è una malattia che colpisce solo i bianchi come qualcuno di loro afferma, pensando eventualmente di potersi curare secondo dicerie assurde.

 

Noi siamo qui giorno e notte, con tutte le preoccupazioni e le ansie del momento, ma siamo qui. Per fortuna non siamo soli e per questo vorremmo ringraziare il Comune di San Ferdinando che in questa grande emergenza sta facendo il massimo per proteggere la persone e la salute dei cittadini sanferdinandesi ma senza trascurare anche gli ospiti della tendopoli, così come le Forze dell’ordine per il sostegno ed il conforto che ci danno quotidianamente: dal dirigente Diego Trotta,al presidente della associazione Exodus Pasquale Abrosino.

 

Vogliamo ringraziare anche la segretaria generale della Cgil della Piana di Gioia Tauro, Celeste Logiacco, che è stata sempre presente ma ora più che mai sta continuando a garantire tutele e supporto reale e concreto per noi e per gli ospiti della tendopoli. Alle varie associazioni di volontariato facciamo un appello: attivatevi per contribuire alla raccolta di alimenti, ora più che mai se ne ha bisogno. Al governo, alla protezione civile, a tutte le autorità competenti chiedo a gran voce e col cuore in mano: attivatevi al più presto possibile per installare un presidio medico per un eventuale screen.

 

*Segretario della Nuova tendopoli 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio