Slot-machine “truccate” nel Reggino, deferito il titolare di un circolo

Le macchine prive di numero seriale, predisposte per l’inserimento di denaro contante, erano dotate di doppia scheda di controllo che pilotava le vincite dei giocatori

15 dicembre 2016
08:59

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Melito di Porto Salvo (Rc) diretti dal Capitano Gianluca Piccione, a conclusione di predisposti controlli mirati per la prevenzione e repressione del gioco illegale, la sicurezza del gioco e la tutela dei minori, coadiuvati da personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato di Reggio Calabria, hanno deferito in s.l., alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, M. S., di anni 57.

 


Nel dettaglio, veniva accertato che il prevenuto, in qualità di titolare, aveva installato presso un circolo associato di Melito di Porto Salvo (Rc), 9  slot-machine che, prive di numero seriale, predisposte per l’inserimento di denaro contante, erano dotate di doppia scheda di controllo che pilotava le vincite dei giocatori.

 

Le apparecchiature, unitamente all’incasso, sono stati posti sotto sequestro.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top