Sparatoria alle porte di Vibo, sospetti su un parente dell’imprenditore ferito

All’origine del tentato omicidio, vi sarebbero dissidi familiari. Il fatto avvenuto a Vena, nella zona industriale

10
di Redazione
31 luglio 2020
09:58

C’è una pista che più di altre è battuta dalla Squadra mobile di Vibo Valentia. È quella che conduce a dissidi in ambito familiare, che avrebbero portato all’epilogo di mercoledì sera, quando un imprenditore edile di Ionadi, F.P.A., 49 anni, è stato attinto da numerosi colpi di pistola in diverse parti del corpo.

 

Gli agenti della Questura, che sin da subito hanno inquadrato la vicenda, stanno cercando di risalire all’autore della sparatoria ed avrebbero già individuato un sospettato. È un parente della vittima. Al momento non sono ancora chiare le cause del dissidio che è sfociato nel sangue. Ma ormai sembra soltanto questione di ore, perché la persona individuata, ancora irreperibile, è attivamente ricercata.

 

Nel frattempo il ferito, titolare della Edil Purita a Vena Superiore, alle porte del capoluogo, inizialmente ricoverato all’ospedale Jazzolino, ieri pomeriggio è stato trasferito nel reparto maxillo-facciale del nosocomio di Catanzaro. A preoccupare è in particolare la ferita alla mandibola.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio