Tirreno cosentino: pestarono un ragazzino, due giovani ai domiciliari

La vittima aveva riportato un trauma cranico e ferite guaribili in almenno 30 giorni. La vicenda si verificò nel febbraio scorso all'esterno di un locale 

4
di Francesca  Lagatta
24 marzo 2019
15:02

Lo scorso 24 febbraio un minorenne arrivò in codice rosso all'ospedale di Cetraro con ferite e traumi compatibili con un presunto violento pestaggio che di lì a poco sarebbe stato denunciato alle forze dell'ordine. Ora le indagini hanno portato all'arresto di due giovani di 24 e 24 anni residenti nella costa tirrenica, nei comuni di Guardia Piemontese e Catraro. La misura cautelare domiciliare è stata disposta mediante ordinanza dal giudice delle indagini preliminari in servizio al tribunale di Paola.

La vicenda

La sera del 24 febbraio scorso, all'esterno di un locale di movida notturna, si consuma una violenta aggressione. Ad avere la peggio è un minorenne, colpito ripetutamente da calci, pugni e forse qualche testata. Il giovane è tramortito, si tiene la testa con le mani, ha un trauma cranico, e dal suo viso gronda sangue. Vengono allertati i soccorsi e nel frattempo che il ferito raggiunga il più vicino ospedale, una voltante della polizia di Paola piomba sul posto per dare il via alle indagini e raccogliere più elementi possibili. In queste settimane gli uomini del commissariato di Paola, diretti dal vice questore Domenico Lanzaro, hanno lavorato costantemente al fianco della magistratura paolana per ricostruire l'accaduto e individuare i responsabili. Di qui la decisione del Gip di sottoporre i due ragazzi alla misura cautelare, che stanno scontando rinchiusi nelle rispettive abitazioni. Spetterà ora al Gup, il giudice dell'udienza preliminare, stabilire se gli elementi a carico dei due indiziati saranno sufficienti per mandarli a processo.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio