Tragedia di Satriano, catturato l’ultimo cane del branco che ha sbranato Simona Cavallaro

L'animale è stato attirato nella pineta dai militari e dai veterinari che hanno simulato l’uscita di un finto gregge di capre utilizzando alcuni campanelli

703
di Redazione
4 settembre 2021
11:26

È stato catturato l’ultimo cane del branco, composto da 12 animali, che dieci giorni fa in una pineta di Satriano, hanno aggredito e poi sbranato la 20enne Simona Cavallaro. L’animale è stato dapprima individuato dai carabinieri della compagnia di Soverato, poi catturato dal pesonale del servizio di accalappiacani del Comune in collaborazione con i veterinari dell’Asp.

Per accalappiare il cane è stato utilizzato uno stratagemma. La cattura è infatti avvenuta dopo che lo stesso animale è stato attirato nella pineta dai militari e dai veterinari che hanno simulato l’uscita di un finto gregge di capre utilizzando alcuni campanelli. Il cane si è quindi avvicinato e solo allora è stato sedato dai veterinari, che per narcotizzarlo hanno usato un fucile caricato con un sedativo. Successivamente è stato trasferito nel canile municipale, dove sarà sottoposto a tutti gli esami del caso.


Le indagini e l'ultimo saluto

Dal punto di vista investigativo, l’autopsia aveva confermato l’aggressione dei cani alle spalle e alle gambe della ragazza, probabilmente durante il disperato tentativo di fuga, così come ricostruito dall’amico che si trovava con lei. Agli accertamenti medico-legali hanno partecipato anche i consulenti del pastore indagato per omicidio colposo. L'ultimo saluto a Simona lo scorso 30 agosto, con la cerimonia funebre officiata da don Alfonso Napolitano che si è svolta nel piazzale adiacente all'oratorio salesiano di Soverato. 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top